Archivio surf notizie

leggi tutte le notizie eventi e onde del 2008

NUOVO CAMPIONE DEL MONDO ASP 2007 è MICK FANNING

 Con la sconfitta di Slater al quarto round da parte dell'australiano Kai Otton e la vittoria di Fanning in semifinale contro Parkinson, Mick Fanning si agiudica il suo primo titolo mondiale ASP.

Fanning’s 2007 Foster’s ASP World Tour Results:
Hang Loose Santa Catarina Pro: 1st
Quiksilver Pro Gold Coast: 1st
Rip Curl Pro Bells Beach: 3rd
Billabong Pro Tahiti: 2nd
Rip Curl Pro Search Chile: 3rd
Billabong Pro Jeffreys Bay: 3rd
Boost Mobile Pro Trestles: 17th
Quiksilver Pro France: 1st
Billabong Pro Mundaka: 3rd
Fanning’s Year End Foster’s ASP World Tour Placings:
2007: World No. 1
2006: World No. 3
2005: World No. 3
2004: World No. 7
2003: World No. 4
2002: World No. 5
Fanning’s Foster’s ASP World Tour Victories:
Hang Loose Santa Catarina Pro, Brazil (2007)
Quiksilver Pro, South West Coast, France (2007)
Quiksilver Pro, Gold Coast, Australia (2007)
Nova Schin Festival, Imbituba Brazil (2006)
Billabong Pro, Jeffreys Bay South Africa (2006)
Rip Curl Search, Saint Leu, Reunion Island (2005)
Quiksilver Pro, Gold Coast, Australia (2005)
Billabong Pro, Jeffreys Bay, South Africa (2002)
Rip Curl Pro, Bell’s Beach, Australia (2001)
Foster’s ASP World Tour Ratings after Event No. 9 of 10, the Hang Loose Santa Catarina Pro:
1. Mick Fanning (AUS) 8136 points
2. Taj Burrow (AUS) 6782 points
3. Kelly Slater (USA) 6516 points
4. Joel Parkinson (AUS) 6156 points
5. Andy Irons (HAW) 4966 points
6. Bede Durbidge (AUS) 4799 points
7. Bobby Martinez (USA) 4582 points
8. Jeremy Flores (FRA) 4580 points
9. Kai Otton (AUS) 4378 points
10. Taylor Knox (USA) 4309 points

schede tecniche e classifica finale top 30 surfer A.S.P. 2007

 » Mick Fanning AUS

» Taj Burrow AUS  

   kellySlater USA
» Joel Parkinson AUS  

» Andy Irons HAW
» Bobby Martinez USA
» Damien Hobgood USA
» Tom Whitaker AUS
» Taylor Knox USA
» Dean Morrison AUS
» Tim Reyes USA
» Phillip MacDonald AUS
» Cory Lopez USA
» Bruce Irons HAW
» Bede Durbidge AUS
» C.J. Hobgood USA
» Fredrick Patacchia HAW
» Daniel Wills AUS
» Greg Emslie ZAF
» Adriano Souza BRA
» Chris Ward USA
» Shaun Cansdell AUS
» Travis Logie ZAF
» Michael Lowe AUS
» Luke Stedman AUS
» Mark Occhilupo AUS
» Pancho Sullivan HAW
» Jeremy Flores (FRA)
» Michael Campbell AUS
» Ricky Basnett ZAF
» Royden Bryson ZAF
» Dayyan Neve AUS
» Troy Brooks AUS
» Neco Padaratz BRA

CALENDARIO IST 2007 - SHORTBOARD MASCHILE E FEMMINILE

LIGURIA / IMPERIA

RIP CURL WEST SIDE SURF OPEN

1-31/3/2007

CALABRIA / BOVA

HOT BUTTERED BOVA

1-30/4/2007

LAZIO / S.MARINELLA

BANZAI CULT SURF CLASH

1-30/5/2007

SARDEGNA

QUIKSILVER SARDINIA SURF TROPHY

26/5-30/6/2007

LAZIO / S.MARINELLA

BANZAI HONDA RIP CURL

1-30/10/2007

CALENDARIO IST 2007 - SHORTBOARD JUNIOR

LAZIO / BANZAI

DA KINE JUNIOR & GIRLS CHALLENGE

1-30/4/2007

LAZIO / ANZIO

QUIKSILVER KING OF THE GROM

1-30/5/2007

TOSCANA VIAREGGIO

QUIKSILVER KING OF THE GROM

1-30/6/2007

LAZIO / OSTIA

DB JUNIOR OPEN

1-30/9/2007

CALENDARIO ILT 2007 - LONGBOARD

TOSCANA VIAREGGIO

NATURAL LONGBOARD TROPHY

15/3 15/4/2007

E.ROMAGNA / RICCIONE

IV° MONKEY SURF FESTIVAL

15/4 15/5/2007

SARDEGNA / SARCHITTU

VII° SARDINIA LONGBOARD OPEN + TOESOVER FESTIVAL

1-20/9/2007

SICILIA / AGRIGENTO

III° SICILIA LONGBOARD CLASSIC

20/9 - 20/10/2007

SARDEGNA /ORISTANO

SINGLE FIN TROPHY

1-30/07/2007

LIGURIA / ANDORA

CINGHIALE MARINO LONG.MASTER 35/45

1-30/9/2007

CALENDARIO MASCHILE FOSTER'S ASP WORLD TOUR 2007

GOLD COAST/ AUSTRALIA

QUIKSILVER PRO

27/2 - 11/3

BELLS BEACH / AUSTRALIA

RIP CURL PRO

3-13/4

TEAHUPOO / TAIARAPU/TAHITI

BILLABONG PRO TEAHUPOO

4-14/5

SOMEWHERE IN CHILE

RIP CURL PRO SEARCH

20/6 - 1/7

JEFFREYS BAY / SUD AFRICA

BILLABONG PRO

11-22/7

TRESTLES /CALIFORNIA

BOOST MOBILE PRO OF SURF

7-18/9

SOUTH EST COAST FRANCIA

QUIKSILVER PRO FRANCE

21-30/9

EUSKADI / SPAGNA

BILLABONG PRO MUNDAKA

1-14/10

SANTA CATARINA / BRASILE

NOVA SCHIN PRO BRASIL

30/10 -7/11

PIPELINE /OHAU - HAWAII

BILLABONG PIPELINE MASTERS

8-20/12

CALENDARIO FEMMINILE FOSTER'S  ASP WORLD TOUR 2007

GOLD COAST/ AUSTRALIA

ROXY PRO

27/2 - 11/3

BELLS BEACH / AUSTRALIA

RIP CURL PRO

03/08/04

PRAIA DA TIRIRICA / BRASILE

BILLABON GIRLS

20-27/8

SANTANDER /SPAGNA

RIP CURL PRO GIRLS FESTIVAL

01/09/09

SIDNEY / AUSTRALIA

HAVAIANAS BEACHELY CLASSIC

8-14/10

SUNSET BEACH /OHAU - HAWAII

ROXY PRO

23/11 6/12

HONOLUA BAY MAUI /HAWAI

BILLABONG PRO

8-20/12

Dal 20 settembre al 20 ottobre 07 il waiting period per lo svolgimento della seconda tappa del circuito regionale sardo di Surfing Italia, che sarà accompagnata da uno special event più una expression session notturna.
Location: Masua.

CLASSIFICA II TAPPA CAMPIONATO REGIONALE SARDEGNA "TROFEO PAN DI ZUCCHERO "

Guroneddu - 2° Tappa

1PIACENTINI 2000

2 COSSU G. 1800

3 SPIGA 1620

4 FRAU D. 1458

5 CADEDDU 1312

5 PIRODDI 1312

7ROMANO 1063

7 VACCA 1063

9 MEDDE 861

9 PORCU 861

9 GALZERINO 861

9 DEL PIANO 861

13 FRAU M. 628

13 DE AGOSTINI 628

13ESPOSITO 628

13PISANO 628

13CORAZZA 628

13 SILVESTRO 628
Contatti: ondisticostaverde@gmail.com
Web: www.myspace.com/ondandoincostaverde

PLANET REEF TOUR TERZA TAPPA SARDEGNA

 Rinviata la terza tappa del Planet Reef tour in Sardegna. Le previsioni per sabato e domenica sono cambiate radicalmente, inducendo l'organizzazione a rinviare la chiamata a tempi migliori. Visto l'ulteriore tempo a disposizione, il direttivo Reef sta preparando una sorpresa per tutti gli atleti che parteciperanno alla tappa sarda.
PLANET REEF TOUR 2007
Circuito in 4 Tappe:
Forte dei Marmi (LU), Balestrate (PA), Mini Capo (OR), S. Severa (Roma)
TERZA TAPPA: SARDEGNA (Mini Capo, OR)

Info: http://www.planetreeftour.it/


PONZANELLI E RUBEGNI VINCONO IL SARDINIA LONGBOARD OPEN

 Si sono disputate nell'unica giornata di ieri il Sardinia Longboard Open, quarta tappa del circuito long ILT Surfing Italia, organizzata da Revolt Magazine e Presentata da Bear, e il contest Single Fin Trophy.
Lo spot scelto dall'organizzazione è stato il famoso reef di Mini Capo che ha regalato onde di 1/1,5 mt. permettendo lo svolgimento di tutte le heat maschili e femminili.
Al centro dell'attenzione la sfida per il vertice del ranking che prima di questa tappa era detenuto saldamente dal romagnolo Fabrizio Gabrielli, il quale conserva la prima posizione ma con pochi di punti di distacco da Alessandro Ponzanelli, campione italiano in carica, che con la vittoria di questa tappa risale la classifica e recupera punti. Secondo il romagnolo Matteo Fabbri, seguito da Marco Pistidda e MarcoZappelli.
Nella categoria femminile vince Francesca Rubegni, che consolida la sua posizione in testa alla classifica, seguita da Gioia Sodini, seconda anche nel ranking.
Nel Ten Over UWL Single Fin Trophy vincono a pari punti Matteo Mastino e Vincenzo Ingletto, seguono sul podio Mauro Vidili, Marco Rizzo e Gigi Pinna.

Podio Maschile Sardinia Longboard Trophy
1. A. Ponzanelli
2. M. Fabbri
3. M. Pistidda
4. M. Zappelli

Podio Femminile Sardinia Longboard Trophy
1. F. Rubegni
2. G. Sodini
3. E. Palmerini
4. E. Bertolini

REVOLT MAGAZINE con il patrocinio di Surfing Italia, presenta TEN OVER - UWL SINGLE FIN TROPHY" SECONDA EDIZIONE, SURF CONTEST PER SINGLE FIN SURFBOARDS SPONSORED BY TENOVER – UWL SURFBOARDS.
Con il patrocinio del Comune di San Vero MIlis e con il patrocinio di SURFING ITALIA.
AVVISO DI GARA
AVVISO DI GARA PER I GIORNI: 2O SETTEMBRE.
LA GARA VERRA' EFFETTUATA AL TERMINE DELLA TAPPA DEL CAMPIONATO LONGBOARD BEAR ILT.

Revolt è lieta di presentare la seconda edizione della manifestazione riservata alle tavole SINGLE FIN e retrò. Una gara dove gli atleti verranno premiati per il loro stile di surfata generale, dentro e fuori dall’acqua, piuttosto che sulle singole manovre. Un nuovo format di gara quindi, che premia gli atleti con un interpretazione più fluida, classica e stilosa del surfing. Una manifestazione, quindi, più vicina che mai al free surf piuttosto che alla competizione agonistica vera e propria. Gli atleti in gara potranno sperimentare modi diversi e più classici di approcciare il surfing, senza tralasciare lo spettacolo e il puro divertimento. La gara “NON GARA” sarà aperta ad atleti del Campionato di Longboard e Shortboard proprio per evidenziare la versatilità di questo tipo di tavole. La surf area scelta per questa nuovissima kermesse surfistica è la zona di Capomannu, Costa occidentale sarda, considerata una delle migliori surf location del Mediterraneo sia per la qualità delle onde che per la loro consistenza anche nei periodi estivi.
La gara è riservata esclusivamente ad atleti del Campionato Italiano Shortboard e Longboard ed in possesso di tavola single fin con una lunghezza massima di 8 piedi.

ONLY FOR: SINGLE FIN, EGGS, FISH, BONZER, RETRò BOARDS.
NO THRUSTERS
THIS IS NOT A SURF CONTEST.

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE
Orario:
Ore 8,30- Spot check - Formalità iscrizioni atleti - Comunicazione Regole di gara
Ore 9,00 - Inizio Batterie nel formato 3+3
Ore 9,30 -18,00: Batterie ad oltranza fino alla finale. Break con free surf
Ore 18,30 - Finale in acqua nel formato classico a 4
Ore 19,00: FIne competizione in acqua - Premiazioni sul campo di gara
Ore 21,00: Cena Atleti, Fotografi e Staff della gara presso Ristorante convenzionato
Ore 23,00: A seguire Surf Party, DJ, Surf Video e proiezione delle immagini più significative dalla gara.
REGOLAMENTO: Il formato del contest è particolare: non verranno conteggiate le singole manovre e non verrà usato il sistema numerico di punteggio ufficiale ISA che si utilizza normalmente nei Campionati Italiani IST e ILT. Si applicherà un sistema numerico adatto alla specificità di questo contest, dove verranno dati voti in base allo stile di surfata generale dell'atleta in gara. La durata delle batterie e tutte le altre regole di gara rimangono uguali a quelle descritte nel Regolamento Generale ILT/IST e nel Regolamento di gara IST/ILT.
Possono accedere al contest solamente gli atleti iscritti ai Circuiti Italiani IST e ILT.
Avviso di gara: Via mail agli iscritti dei Circuiti IST e ILT.
Pubblicazione su sito ufficiale: www.italialongboardtour.com, www.revolt.it, www.surfingitalia.org
WAITING PERIOD: SETTEMBRE 2007
DOVE: Spot: Mini Capo/Capo Mannu/Sa Mesa/Su Pallosu/S'Archittu/S. Caterina -Provincia di Oristano
Organizzazione: IS BENAS SURF CLUB Via S'Architteddu - Putzu Idu - Marina San Vero Milis
Info e iscrizioni: info@revolt.it A Revolt Magazine production

Sponsored by TEN OVER, UWL, LUSH SKATE: www.TENOVER.INFO - www.uwl-surfboards.com

Registration Service & Info: www.revolt.it
Official WEB: http://WWW.ITALIANLONGBOARDTOUR.COM

© Revolt Magazine, rivista ufficiale ILT 2007 > www.revolt.it

Media Partners:
Www.charlieisland.it, www.surfcorner.it, www.surftotal.it.

L'inossidabile Occy vanta 12 vittorie nel WCT ed è la leggenda del surf Australiano,nel 1999 ha vinto il suo primo titolo mondiale all'età di 33 anni,oggi all 'età di 40 anni il toro scatenato a dato il nome a una serie di tavole di JS surfboard.Con l'avvento di Occy nel suo team, JS industries può vantare il più forte team di tutti i tempi :Joel Parkinson,Luke Egan,Adrian Buchan.

Ritorna L' ASP word master's championship.Venerdi 3/11/2006 il presidente dell' ASP Wayne Rabbit ela leggenda del surf brasiliano Flavio Padaratz sono lieti di annunciare che è stato firmato 1 accordo per il tanto atteso ritorno dell' ASP word master's championship.Questo evento storico tornerà a essere disputato in Brasile sotto la guida dell' organizzazione Padartz nel 2007 e verrà ripetuto sino al 2009.Ai Masters si vedranno nomi come Shaun Tomson,Michael Ho,Tom Curren,Tom Carrol,Mark Occhilupo,Martin Potter e MR Mark Richards.

Oxbow Word Longboard Championship 2007.Dal 30 Aprile al 6 maggio Anglet (Francia)ospiterà il campionato mondiale longboard sponsorizzato da Oxbow. L'impegno di oxbow nel rilancio del longboard è rafforzato dalla presenza nei 12 contest Word Longboard Championship in spot come Halieiwa,Malibu,Saint Leu,Makaha,Jeffrey bay,Cabo San Lucas e Raglan. lo spot prescelto ad Anglet les Cavaliers è 1 dei più tecnici e con le onde più potenti di tutta la costa Basca.  www.oxbow.fr 

Oggi l’arte ingloba forme fino a ieri considerate subdole come i graffiti e la pubblicità sui media mentre il surf si estende all’abbigliamento e ai più svariati generi musicali dal rock alternativo al punk. Passato, presente e il futuro che verrà vengono raccontati nelle immagini e nei lavori di surfisti e artisti che in un modo o nell’altro si sono fatti influenzare dalla magia del surf e delle onde: Craig Kauffman, Billy Al Bengston, Robert Irwin e altri ancora. La storia dell’arte del surf esplora questo fenomeno in piena evoluzione attraverso i loro lavori che dopo essere stati esposti al Laguna Art Museum, con la sponsorizzazione della Quiksilver e di Surf Magazine, saranno in mostra al Contemporary Museum di Honolulu e successivamente ancora in California al San Jose Art Museum. 

classifica finale asp men's world tour 2006

  1. kelly Slater USA 8124 points

  2. Andy Irons HAW 6948 points

  3. Mick Fanning AUS 6828 points

  4. Tay Burrow AUS 6480 points

  5. Bob Martinez USA6350 points

  6. Joel Parkinson AUS 6240 points

  7. Damien Hobgood USA 6096

  8. Tom Whitaker AUS 5138 points

  9. Talir Knox USA 4880 points

  10. Dean Morrison AUS 4856 points

  11. Tim Reyes USA 4770 points

  12. Philip Macdonald AUS 4 696 points

  13. Cory Lopz USA 4696 points

  14. Bruce Irons HAW 4684 points

  15. Bede Durbidge AUS 4539 points

  16. C.J. Hobgood USA 4448 points

  17. Fedrick Patacchia HAW 4320 points

  18. Daniel Wills AUS 4230 points

  19. Greg Emslie ZAF 4172 points

  20. Adriano De Souza BRA 4073 points

  21. Chris Ward USA 4048 points

  22. Shaun Cansdell AUS 4044 points

  23. Travis Logie ZAF 4040 points

  24. Michael Lowe AUS 4040 points

  25. Luke Stedman AUS 4007 points

  26. Mark Occhilupo AUS 3941 points

  27. Pancho Sullivan HAW 3855 points

  28. Trent Munro AUS 3850 points

  29. Victors Ribas BRA 3792 points

  30. Peterson Rosa 3617 BRA points

  31. Darren O' Rafferty AUS 3617 points

  32. Jake Paterson AUS 3602 points

  33. Nathan Hedge AUS 3290 points

  34. Roy Powes HAW 3237 points

  35. Troy Books AUS 3105 points

  36. Paulo Moura BRA 2915 points

  37. Mikael Picon FRA 2910 points

  38. Raoini Monteiro BRA 2862 points

  39. Jarrad Howse AUS 2725 points

  40. Pedro Henrique BRA 2545 points

  41. Toby Martin AUS 2540 points

  42. David Weare ZAF 2540 points

  43. Adrian Buchain AUS 2355 points

  44. Yuri Sodre BRA 2355 points

  45. Richard Lovett AUS 1800 points

  46. Jihad Khodor BRA 1045 points

 

LE GARE DEL CIRCUITO ASP IN PROGRAMMA NEL 2003

date site event prize
Mar 4-16 Gold Coast,Qld-Australia Quiksilver Pro 250000
Apr 15-26 Bells Beach,Victoria-Australia Rip Curl Pro 250000
May 6-18 Teahupoo,Taiarapu-Tahiti Billabong Pro Teahupoo 250000
May 25-June 6 Tavarua/Namotu-Fiji Quiksilver Pro 250000
June 18-29 Niijima Island-Japan Niijima Quiksilver Pro 250000
July 15-25 Jeffreys Bay-South Africa Billabong Pro 250000
Sept 4-13 Trestles,California-USA Boost Mobile Pro 250000
Sept 19-28 Figueira da Foz-Portugal Figueira Pro 250000
Sept 30-Oct 11 South West Coast-France Quiksilver Pro France 250000
Oct 12-24 Mundaka, Euskadi-Spain Billabong Pro 250000
Oct 27-Nov 4 Santa Catarina (mobile)-Brazil Santa Catarina Pro 250000
Nov 24-Dec 7 Sunset Bch,Oahu-Hawaii Rip Curl Cup 250000
Dec 8-20 Banzai Pipeline,Oahu-Hawaii X-Box Pipeline Masters 250000

 

3° QUIKSILVER SURF INVITATIONAL SARDINIA "MOBILE"
La gara del "Quiksilver Buggerru Ivitational" è terminata. Onde belle, sui due metri, con vento leggero da Maestrale. Martin Potter ha fatto quello che san Nicolò difficilmente rivedrà. Ha vinto Francesco Palatella, battendo di un soffio, leggero, Antimo Vallifuoco. Terzo Marco Urtis e quarto Massimiliano Cataldi..

MARTIN POTTER >>S. Nicolò 14/05/03MARTIN POTTER >>S. Nicolò 14/05/03MARTIN POTTER >>S. Nicolò 14/05/03

Dal 6 fino al 12 di giugno 2003 il team Reef affronterà un road trip per l’italia insieme a Rob Machado, sono previste serate e concerti nelle località più surfistiche della nostra penisola (Loco squad milano marittima, Beat Cafè marina di pietrasanta ..ci fermeremo anche a cagliari i locali e i negozi dove potrete incontrare Rob Machado verranno elencati al più presto, inoltre se ci saranno le onde si potrà vedere Rob In azione....

March 17-28th 2003, PERU

THE BIC CHALLENG LONGBOARDING ONE DESIGN WORLD SERIES

Il Perù è la sede ufficiale scelta per la finale del secondo Bic One Design Challenge. Lo spot è noto per aver una delle sinistre più lunghe al mondo, Chiacama è la sede dell'evento dal 17 al 28 Marzo. Il Contest Director e il forte local Magoo de La Rosa . Scelta della location per la frequenza e consistenza delle condizioni in questo periodo dell'anno. 


CALENDARIO Nazionale GARE 2003
Febbraio • COPPA CARNEVALE 2003. Waiting period: dal 01/02/2003 al 28/02/2003. Location: Nimbus Surfing Club c/o Lungomare Marina di Pietrasanta (Lu-Versilia). Per informazioni:Giulio Battaglini, 339 4501666. 
2 - 28 Febbraio Bagni Fiume Livorno Livorno Toscana Asso Team BODY OPEN 
Marzo 1 - 31 Marzo Marina di Pietrasanta Lucca Toscana Asso Team SHORT OPEN 
1 - 31 Marzo Nettuno Roma Lazio Take Off Surf Club BODY OPEN 
16 - 31 Marzo Ostia Roma Lazio DB Surf Club SHORT JUNIOR 
Marzo/Aprile • QUIKSILVER LEVANTO SURF III EDIZIONE Waiting period: dal 16 marzo al 28 aprile, escluse le festività della Pasqua, ovvero i giorni dal 18 al 22 aprile. Location: Levanto. 
CAMPIONATO SURF LIGURE. Waiting period: dal 14/03/2003 al 13/04/2003. Location: Spiaggia di Bogliasco, sotto il Comune (GE). 
Aprile • LATINA BODYBOARD EVENT. Waiting period: 1-30 Aprile. Gara valida per il campionato nazionale. Località Latina/lungo mare presso il ristorante stabilimento VECCHIA MARINA. Preiscrizioni al numero 3287196301 o alla mail AIKAUSURFCLUB@jumpy.it, gli atleti dovranno essere muniti di tessera fisurf, premi in denaro e materiale sportivo - Org. AIKAU Surf Club. BODY 
1 - 30 Aprile Sogno del Mare Fregene Roma Lazio Fregene Surf Club SHORT JUNIOR 
1 - 30 Aprile Marina di Pietrasanta Lucca Toscana Asso Team LONG OPEN 
4 - 30 Aprile Bagni Fiume Livorno Livorno Toscana Asso Team SHORT OPEN 
24 - 27 Aprile Imperia Imperia Liguria Ass. Windsurfer Imperia Windsurf Festival 2003 LONG OPEN 
Maggio • CAPO PORTIERE SURF EVENT. Waiting period: 1-30 Maggio. Gara shortboard open valida per il campionato nazionale località Latina - lido capo portiere. Iscrizioni e preiscrizioni al numero 3287196301 o alla mail AIKAUSURFCLUB@jumpy.it, gli atleti dovranno essere muniti di tessera fisurf, premi in denaro e materiale sportivo, grande festa dopo la gara - Org. AIKAU Surf Club. SHORT 
FINALI 1 - 31 Maggio Gaeta Latina Lazio MDC Surf Club BODY OPEN 
1 - 30 Maggio Civitaveccha Roma Lazio Toes Over Surf Club LONG OPEN 
Luglio 1 - 15 Luglio Banzai S.Marinella Roma Lazio Banzai Surf Club SHORT JUNIOR 
ASSOLUTI 10 - 20 Luglio Latina Latina Lazio Aikau Surf Club SKIMBOARD OPEN 
11 - 13 Luglio Banzai S.Marinella Roma Lazio Banzai Surf Club SHORT OPEN 
28 Agosto - 7 Sett. Viareggio Lucca Toscana Gaima Surf Club LONG OPEN 
Settembre 1 - 30 Settembre Civitaveccha Roma Lazio Toes Over Surf Club SHORT OPEN 
5 - 20 Sett. S'Archittu Oristano Sardegna Is Benas Surf Club LONG OPEN 
25 Sett. - 25 Ottobre Sogno del Mare Fregene Roma Lazio Fregene Surf Club LONG OPEN 
1 - 30 Novembre Buggerru o Oristano Sardegna  SHORT OPEN / JUNIOR - SHORT DONNE (Ass.) SHORT MASTER / SENIOR (Ass.) / LONG DONNE (Assoluti) 


Team Quiksilver Europa  durante le mega mareggiate di Novembre in Sardegna a surfato e imortalato 9 dei migliori spot sardi vedremo il video ufficiale a febbraio 2003.

Si terrà in Sardegna, e più precisamente nella costa sud-occidentale dell'isola, la 3° edizione del QUIKSILVER SURF INVITATIONAL. La scelta di spostare l'evento dalla Liguria in Sardegna fa parte di una strategia a lungo termine. "La nostra gara è cresciuta molto più velocemente di quanto ci fossimo immaginati ed abbiamo deciso di effettuarla in quella che è considerata la Mecca del surf nostrano: la Sardegna" commenta Alessandro Dini, ideatore ed organizzatore del contest. "Col supporto delle varie comunità surfistiche locali sarà possibile spostare la gara ogni anno in uno dei tanti, eccellenti spot sardi, magari riportando di nuovo, quasi 10 anni dopo l'indimenticabile gara Espa a Buggerru, i migliori surfisti europei in Italia. 
Ciò è indispensabile per una crescita completa, sia culturale che tecnica, del nostro sport", conclude Dini. La scelta caduta su questo tratto costiero è quindi avvenuta per diverse ragioni, prima tra le quali la comunità surfisitica molto accogliente e la qualità delle sue onde. 
Molte le novità lanciate da Quiksilver in occasione di questo evento. Innanzitutto, il carattere di evento "mobile", che offrirà la possibilità di spostarsi rapidamente su uno degli spot prescelti per garantire agli atleti le migliori condizioni. 
Secondo: il montepremi sarà spalmato su tutti i concorrenti, per cui anche l'ultimo arrivato avrà un suo contentino. 
Il numero dei surfisti è diminuito da 36 a 28 per dare più qualità al contest. 
Infatti, per la prima volta in Italia (terza novità) il formato delle batterie sarà quasi identico a quello usato nel circuito professionistico ASP, per cui, dopo il primo round formato da 6 batterie da 4 (i 4 finalisti della passata edizione passano direttamente al secondo round), assisteremo fino alla finalissima a degli entusiasmanti "testa-testa" (batterie da due).
Come sempre, i contest Quiksilver non richiedono alcuna tassa di iscrizione: è per noi un piacere avere i migliori atleti nazionali e facciamo di tutto per favorire la loro partecipazione. 
Gli atleti invitati devono dare conferma della disponibilità tramite pre-iscrizione (da compilare in ogni sua parte) sul sito www.surfcorner.it entro il termine ultimo del 24 aprile 2003, dopodichè saranno automaticamente rimpiazzati da altri surfisti. 
Ricordiamo che, mentre le info-gara sono presenti anche su altri siti, l'unico autorizzato per provvedere alle iscrizioni è www.surcorner.it (al fine di evitare confusione o incomprensioni, è utile usare un' unico sito).
Il surfista invitato che darà forfeit alla gara senza alcun preavviso, perderà l'invito per le prossime due edizioni.
Il waiting period andrà dal 5 al 25 maggio e gli organizzatori attenderanno per la prima solida mareggiata (il posto offre alternative valide con Libeccio, Maestrale e Ponente).
ULTERIORI INFORMAZIONI PRESSO IL QUIKSILVER BOARDRIDER CLUB DI CAGLIARI:
Via S. Benedetto - Cagliari - tel 070 457019

LISTA INVITATI 2003:
PAOLO D'ANGELO LAZIO
MARCO URTIS TOSCANA
ANTIMO VALLIFUOCO SARDEGNA
MANUEL MAFFEI LAZIO 
CARLO PILOTTI LIGURIA
ALESSIO POLI TOSCANA
ETTORE BURDESE LIGURIA
EMILIANO CATALDI LAZIO
ALESSANDRO MADDALENI LAZIO
CLAUDIO RALLO LAZIO
VINCENZO INGLETTO SARDEGNA
OLIVER DI FAZIO TOSCANA
ANDREA NANI SARDEGNA
TIZIANO GABRIELLI TOSCANA
ANDREA BONFILI LAZIO
CARLO PISANO SARDEGNA
ALESSIO FANTOZZI LAZIO
SIMONE ESPOSITO SARDEGNA
GIOVANNI COSSU SARDEGNA
PATRIZIO JACOBACCI TOSCANA
MARCO ROMANO TOSCANA
MASTRACCI TOSCANA
+ 2 sardi uscenti da selezione sarda
I finalisti scorso anno, vanno direttamente nel secondo round:
NICOLA BRESCIANI TOSCANA
JACOPO CONTI TOSCANA
STEFANO GIULIANI TOSCANA
FRANCESCO PALATTELLA TOSCANA


 

 Edizione 2003 dell'ITALIA SURF EXPO si svolgera' nelle date 11/12/13 Luglio, a SANTA MARINELLA presso la famosa spiaggia BANZAI BEACH. Disponibilità di oltre 10.000 mq, terreno fronte spot. Prevista convenzione ALITALIA (riservata negozianti/operatori del settore), hotel reservation. 
Advance Events:
Fashionable apparitions '03/'04 ,Skateboard Contest ,Surf Contest/Demo ,LiveMusic: DJ set House ,I.S.E. FILM Festival ,Beach Party. Info:I.B.R. s.r.l.
sede Legale: Via Ardea, 27 - 00183 - Roma sede Operativa: Via della Giuliana, 73 - 00195- Roma
Tel/fax +39 06 39730205   mobile +39 338 7003044

press@italiasurfexpo.it 
www.italiasurfexpo.it/com
www.surfexpo.it


Oggi l’arte ingloba forme fino a ieri considerate subdole come i graffiti e la pubblicità sui media mentre il surf si estende all’abbigliamento e ai più svariati generi musicali dal rock alternativo al punk. Passato, presente e il futuro che verrà vengono raccontati nelle immagini e nei lavori di surfisti e artisti che in un modo o nell’altro si sono fatti influenzare dalla magia del surf e delle onde: Craig Kauffman, Billy Al Bengston, Robert Irwin e altri ancora. La storia dell’arte del surf esplora questo fenomeno in piena evoluzione attraverso i loro lavori che dopo essere stati esposti al Laguna Art Museum, con la sponsorizzazione della Quiksilver e di Surf Magazine, saranno in mostra al Contemporary Museum di Honolulu nei primi mesi del 2003 e successivamente ancora in California al San Jose Art Museum nell’estate del prossimo anno. 


Domenica 1 Dicembre a Buggerru la finale assoluta del Campionato Italiano Fisurf Categoria Open., ha regalato agli atleti ed al pubblico belle onde sui 2 metri con set anche fino a 3.
Il mattino della finale i 44 atleti approdati alla finale, 22 di diritto, grazie ai punteggi accumulati nel corso delle gare, 22 in seguito alle qualificazioni svoltesi il giorno precedente, danno inizio alla competizione su bellissime onde accarezzate da vento off shore. Date le condizioni meteomarine, si stabilisce che verranno conteggiate le due migliori onde della batteria, con batterie di 15 minuti, ad eccezione delle finali di 20 minuti dove varranno le migliori tre onde. Le onde migliori sono naturalmente le sinistre, onde per cui Buggerru e' famoso. Gli atleti fanno attenzione a scegliere le più aperte che consentono lunghe surfate fino a riva, costringendosi poi a fare il giro dalla spiaggia per tornare sulla line up. Talvolta qualche bella destra consente di accumulare punti senza perdere tempo ad aggirare il campo di gara per risalire il mare. Le condizioni rimangono inalterate consentendoo lo svolgimento di tutte le batterie fino ai quarti. Poi il vento gira da mare sciupando leggermente le onde che risultano più schiacciate rispetto al mattino, ma non per questo meno belle e surfabili. Arrivano in finale Francesco Palattella, Paolo D'Angelo, Emi Cataldi e Antimo "Pizzi" Vallifuoco, della vecchia guardia Sarda ritornato alla grande ribalta, gasato anche dal tifo dei suoi conterranei. Si fermano alle semifinali Federico Vanno, rivelazione del ciruito, e Alessandro Marcianò che esce a testa alta dopo aver difeso agguerritamente la propria posizione. In finale D'Angelo e Palattella prendono le migliori sinistre e si giocano il titolo. Comincia subito Palattella con una lunghissima onda ben lavorata fino a riva. Poi d'Angelo e ancora Palattella con tubo al termine della corsa. Purtroppo Franceschino non riesce a prenderne una terza bella onda ed e' costretto a cedere il titolo. Penalizzati dalla scelta delle onde anche Cataldi e Vallifuoco, rispettivamente terzo e quarto.

 Nella categoria donne si affrontano testa a testa Maria Laura Temporini e Silvia Maroncelli. Le onde impegnative favoriscono Maria Laura, ormai trasferitasi in terra sarda e a suo agio sulle onde di Buggerru. Riesce infatti a scegliere le onde migliori assicurandosi il titolo.

CLASSIFICA FINALE UOMINI Shortboard cat.Open 2002

1° Paolo d'Angelo (Lazio - Coccia Surf Club)
2° Marco Palattella (Toscana - Viareggio Surf Club)
3° Emiliano Cataldi (Lazio - Is Benas Surf Club)
4° Antimo Vallifuoco (Sardegna - Sardinia Surfing Ass.)

CLASSIFICA FINALE Donne Shortboard cat.Open 2002
1° Maria Laura Temporini
2° Silvia Maroncelli

CLASSIFICA FINALE UOMINI LONGBOARD 2002

1. LEO RANZONI
2. JACOPO CONTI
3. SIMONE SPELTA
4. CLAUDIO RIZZO

CLASSIFICA FINALE DONNE LONGBOARD 2002

1. FRANCESCA RUBEGNI
2. ALICE DUBBIOSI
3. VALENTINA MARCONI
4. SONIA BOBBIO

Andy Irons nuovo campione mondiale del circuito A.S.P. 2002

L'Hawaiano Andy, 24 anni, approdato alla finale con un punteggio in classifica ormai irrangiunginile, vince il titolo di campione del mondo  2002 con 1 gara in anticipo, circondato dalla famiglia e dagli amici, oltreche' dai media. Il suo avversario nel circuito, Luke Egan (Aus) cede invece ai quarti di finale del Rip Curl Pro, a Sunset Beach.

 

QUIKSILVER CROSSING nel Mediterraneo con MARTIN DALY, CAPITANO DELL' INDIES TRADER,  

la Motonave del QUIKSILVER CROSSING che a giugno entrerà nel Mar Mediterraneo.
L'australiano, Martin Daly ha accumulato più avventure nei suoi primi 40
anni di vita di quello che la maggior parte delle persone riesce a fare nel
corso di un'intera vita. Nato e cresciuto a Sidney, Martin ha sviluppato una passione ed un'amore per
l'oceano e per il surfing, ma è stato quando ha iniziato a lavorare su
barche per il salvataggio nel sud est asiatico, che i suoi sogni surfistici
hanno iniziato a realizzarsi. Lavorando su naufragi avvenuti sui reef, egli
notò onde perfette rompere da un capo all'altro dei reef. Quando il lavoro
glielo permetteva, faceva scivolare la sua tavola da surf fuori dai bordi
della barca per surfare le migliori onde che aveva mai visto. Quando gli si
presentò l'occasione di acquistare una barca da salvataggio in società con
un'altro skipper, Martin racimolò ogni centesimo e impegnò ogni suo avere
per diventare il comproprietario della MV Indies Trader. La barca iniziò
lentamente ad essere usata più per portare Martin ed i suoi amici surfisti
in remoti surf spot, che per fare salvataggi. dato che la gente era pronta a
pagare per i servizi offerti dall'esperto Martin, egli fece alcuni rapidi
lavori sulla barca e si buttò nel business dei surf tour. In un paio d'anni,
il passaparola decretò l'Indies Trader come la barca più famosa nel mondo
per l'esplorazione di surf spots. Bruce Raymond, assiduo frequantatore della
barca, nonchè managing director di Quiksilver International, espose a Martin
il suo sogno di effettuare "the ultimate surf adventure" nel corso del
Quiksilver Pro a G-Land nel 1997. Due anni dopo i due amici videro il sogno
avverarsi, quando il Quiksilver Crossing fu lanciato a Sydney in Australia.
Martin Daly, il più famoso e rispettato surf-skipper del mondo entrerà a
giugno nelle acque del Mediterraneo per toccare le seguenti località:

Catania: sabato 8 giugno Porto di Catania e Playa, località Capannine
Viareggio: giovedi 13 giugno Molo di Viareggio
Savona: sabato 15 giugno Porto di Savona.

 

ASP 2002 WCT Men's Ratings
after event #11 Rip Curl Cup, Sunset Beach, Oahu-Hawaii 2002
 
name
country
points
tour US$ / career US$
1
Haw
7382
$160375/$428208
2
Aus
6396
$104200/$621495
3
Aus
6356
$123425/$246200
4
Aus
5932
$101275/$394922
5
Aus
5744
$92525/$332120
6
Aus
5620
$102600/$229135
7
Aus
5564
$70025/$752288
8
Aus
5550
$75400/$136600
9
Aus
5362
$78125/$341885
10
Haw
5346
$72425/$443147
11
USA
5208
$72300/$369822
12
USA
5068
$65200/$338235
13
USA
5048
$72425/$317858
14
USA
4988
$58200/$830255
15
USA
4972
$73875/$227375
16
Brz
4936
$68125/$486497
17
Brz
4842
$79500/$293684
18
Aus
4802
$77300/$458745
19
Aus
4720
$65800/$348135
19
Aus
4720
$65425/$146725
21
Aus
4700
$72125/$118525
22
Aus
4692
$82125/$352580
23
Haw
4520
$57250/$918830
24
Aus
4468
$49125/$515282
25
Aus
4450
$55950/$342612
26
USA
4340
$50700/$447172
27
Haw
4332
$57850/$466105
28
Aus
4292
$53300/$222650
28
Aus
4292
$67900/$370465
30
Brz
4260
$60700/$486575
31
Aus
4248
$52400/$99150
32
USA
4056
$61500/$367310
33
Brz
4054
$65325/$367975
34
Brz
4048
$58400/$402600
35
Aus
4040
$47800/$138600
36
GB
4026
$62200/$213492
37
NZ
3936
$55000/$115600
38
Brz
3924
$67425/$592778
39
SAfr
3804
$55100/$220200
40
SAfr
3512
$49200/$232505
41
Aus
3490
$57550/$116950
42
Brz
3352
$57900/$120250
43
Aus
3140
$54550/$82650
44
Brz
3058
$53800/$175780
45
Brz
3000
$57900/$463060
46
Brz
2848
$50100/$134200

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Il toscano Alberto Frugoli è stato eletto nuovo Presidente della FISURF, la Federazione Italiana Surf. Dopo più di un anno di Presidenza vacante, all'Assemblea Elettiva tenutasi il 10 febbraio presso il Centro Coni Di Tirrenia (Pisa), dove erano presenti la maggior parte dei clubs Affiliati con diritto di voto, è stato eletto il nuovo Presidente che succede ad Alessandro Dini, Presidente uscente. Nella stessa sede sono stati eletti anche i nuovi Consiglieri Federali che sono: Maurizio Spinas, Fabio D'Anna, Fabio Gini e De Vito. Al nuovo Presidente della Federazione e a tutto il Consiglio Federale un augurio di buon lavoro da parte di tutto lo staff del Sardegna surf service.


Lasciata la costa nord laziale che per tre anni ha ospitato l'unica fiera del Surf , Skate, Windsurf, BMX, kitesurf, con grande successo e conseguente aumento progressivo di pubblico, ora è finalmente approdata nel
cuore della capitale, nell' spazio del Foro Italico e precisamente nel luogo denonimato CINEPORTO(in esclusiva per il SURF EXPO), già conosciuto per la programmazione di prime visioni cinematografiche e spettacoli.L'appuntamento da non perdere è fissato nei giorni 5 ­ 6 ­ 7 LUGLIO 2002, periodo durante il quale si potrà assistere alle esibizioni delle nuove collezioni ed equipaggiamento tecnico 2003 da parte delle maggiori aziende e distributori Italiani ed esteri.Lo Skateboard avrà un ruolo fondamentale a livello di intrattenimento per il grande pubblico con demo e contest di rilevanza nazionale. A questo scopo sarà allestita un' area "SKATE PARK"(20m x 30m circa), che potrà essere testato anche dai visitatori della manifestazione e un "HALF-PIPE" (3,4m x 8m x 15m circa) dove si sfideranno solo gli atleti semi/professionisti.Ad allietare una cornice di espositori che con i loro stand colorati di accessori e capi d'abbigliamento per lo sport ed il tempo libero, ci saranno artisti di vario genere che, a rotazione, si esibiranno nel grande palco durante le serate.Un appuntamento unico da non mancare, dove si potranno incontrare campioni del mondo dello Surf e personaggi dello spettacolo riuniti, per il quarto anno consecutivo, in una grande fiera aperta al pubblico dalle 10,00 di mattina sino a tarda notte, con la programmazione di films di prima visione, come la consuetudine del cineporto ci ha abituati, e la successiva visione di films cult sul surf a seguire, per tutti gli appassionati del genere e per coloro che amano il grande spettacolo.La serata conclusiva dell'evento sarà caratterizzata da un grande concerto di artisti da non perdere, I.S.E.PARTY festoso e scatenate che lascerà il segno, adrenalina pura che vi coinvolgerà parola degli organizzatori :-)) Maggiori informazioni ai seguenti recapiti:

06 39730205 uff.
0766 513005 fax
338 7003044 cell.
335 5380718 cell.
info@italiasurfexpo.it
www.italiasurfexpo.it

ROXY PRO FIJI 2002 SURF CONTEST AL FEMMINILE
Dal 7 aprile al 4 maggio 2002, Roxy porterà le migliori surfiste del pianeta negli atolli di Tavarua e Namotu nelle isole Fiji, per una settimana all'insegna del surf femminile che rappresenterà il più grande evento di questo tipo mai organizzato da un'azienda surfistica.Le campionesse Lisa Andersen a Megan Abubo, così come alcune modelle come Veronica Kay hanno confermato la loro presenza per celebrare lo spirito simbolo del Roxy Jam, ovvero quello del boardriding.
Il Roxy Pro Fiji rappresenta la seconda tappa del circuito mondiale donne (Women's World Surfing Championships),formato dalle migliori 17 surfiste del mondo. Con i suoi 60.000 dollari in palio, questa seconda edizione del Roxy Pro è l'evento più importante dell'intero circuito femminile 2002. Un'altro motivo di grande interesse è rappresentato dal ritorno alle gare della 4 volte campionessa del mondo Lisa Andersen, che negli ultimi due anni ha rinunciato alle competizioni per ragioni di maternità: Lisa rientra con l'intenzione di conquistare il suo 5° titolo mondiale, per contrastare il dominio di Layne Beachley, anch'essa con 4 titoli mondiali nel suo palmares..Il Roxy Jam è stato creato da Quiksilver per riunire in un'unico posto le surfiste e le discipline che meglio simbolizzano i valori e la crescita del boardriding 
ROXY PRO FIJI 2002 WCT
1 . Layne Beachley ( Aus )
2 . Melanie Redman ( Aus )
3 . Neridah Falconer ( Aus )
4 . Rochelle Ballard ( Haw )
5 . Serena Brooke ( Aus )
6 . Keala Kennelly ( Haw )
7 . Heather Clark ( Safr )
8 . Megan Abubo ( Haw )
9 . Maria " Tita " Tavares ( Brz )
10 . Jacqueline Silva ( Brz )
11 . Lynette MacKenzie ( Aus )
12 . Samantha Cornish (Aus )
13 . Amee Donohe ( Aus )
14 . Chelsea Georgeson ( Aus )
15 . Pauline Menczer ( Aus )
16 . Kate Skarratt ( Aus )
Roxy Trials
Adelina Taylor ( SPN ) European Champion
Stacey Holt ( USA )
Veronica Kay ( USA )
Sofia Mulanovitch 

University of Texas e il Diparimento della Salute delle Hawaii

in collaborazione con le facoltà di medicina della Brown University , ha recentemente condotto una interessante indagine su internet relativamente alla tipologia e natura medica delle ferite abitualmente riportate dai surfisti. L'indagine consisteva in un questionario con domande relative al tipo di ferite e contusioni con localizzazione anatomica e gravità delle stesse. Al questionario hanno risposto oltre 400 surfisti provenienti da 24 paesi che hanno così contribuito a documentare per la prima volta un approfondito aspetto medico delle ferite abitualmente riportate durante il surfare in mare. L'indagine ha tenuto conto di innumerevoli fattori: età, capacità di surfare, frequenza nelle uscite in mare, tipo di tavola usata, condizioni del mare al momento della ferita riportata, affollamento in acqua e altri ancora.
Interessante il quadro che è venuto fuori dall'analisi delle risposte date al questionario. L'età media di coloro che hanno risposto è di 30 anni e in maggioranza (91%) di sesso maschile. Quasi la metà dei surfisti (46%) ha dichiarato di surfare discretamente, mentre il 9% ha detto di essere all'inizio, l'11% si sono dichiarati esperti e il 2% professionisti. Alla domanda di quali misure protettive venissero normalmente adottate, il 47% degli interpellati ha risposto di far uso dei nose-guards  l'11% di calzari, il 9% di elmetti protettivi e il 15% di tappi per le orecchie.
Ma veniamo all'aspetto medico vero e proprio. Dall'indagine è emerso che la lacerazione è risultata essere la causa più grave di ferita riportata nel surf. Oltre la metà di questo genere di ferite risulta causata dal contatto del corpo con la tavola, in particolare con la sua punta e con le stesse pinne.
Nel 40% delle risposte date la lacerazione è risultata essere la ferita grave più comune per il surfista, seguita dalla contusione (12%), distorsione (11%) e frattura (6%). Il 37% delle ferite più gravi hanno riguardato le estremità inferiori del corpo, il 35% la testa e il collo, mentre rispettivamente il 16% e il 12% delle stesse hanno riguardato il busto e le estremità inferiori.
Poco più della metà delle ferite è stato causato dal contatto con la propria tavola da surf, mentre l'11% dal contatto con la tavola di un altro surfista e il 18% con il mare.
La distorsione alle spalle è risultata essere la ferita cronica più comune tra le risposte date.
Dall'indagine è emerso che la metà dei surfisti che hanno risposto non si rivolge al personale medico o al pronto soccorso per le ferite o contusioni riportate in acqua e seppur pochi siano stati ricoverati in ospedale per le stesse (2%), oltre un terzo di questi ha perso uno o più di giorni di scuola o lavoro.
L'indagine, per quanto limitata nel campione di surfisti interpellati, potrebbe tuttavia essere di valido aiuto a identificare i diversi fattori di rischio associati alle ferite riportate nel surf e a incoraggiare, da un lato, anche le singole case produttrici di equipaggiamento e tavole da surf a ulteriori miglioramenti nel design delle tavole e dell'attrezzatura e, dall'altro, a diffondere una campagna educativa per l'uso di equipaggiamenti protettivi tipo l'elmetto.

Sempre d'attualità il dilemma delle compagnie aeree che rifiutano il trasporto della tavola da surf come normale bagaglio del passeggero (uno dei due normalmente ammessi con peso limite di 20 kg per un biglietto aereo di classe turistica) o che comunque praticano eccessive sovrattasse. Non esiste una regolamentazione internazionale in merito da parte delel compagnie aeree associate alla IATA e quindi ognuna fa i comodi propri in materia e a rimetterci, ovvio, è sempre il surfista!
Da una indagine effettuata, di recente, da una rivista di surf francese sono emersi particolari interessanti e purtroppo non positivi. Ad esempio, le compagnie aeree Continental e United Airlines, da qualche tempo, non accettano tavole da surf a bordo dei propri voli diretti verso l'America Centrale (pensiamo al Costa Rica!) in dati periodi dell'anno (secondo voi, quali?!), mentre la South African Airways è impegnata in una politica di salatissime sovrattasse.
In Italia, ci è stato segnalato che la Meridiana, fino a non molto tempo fa, praticava una sovrattassa di 100.000 lire sui voli nazionali da e per la Sardegna. Vi risulta?Se avete in programma un surfari verso mete lontane consultate il vostro agente di viaggio per conoscere le regole in merito della compagnia aerea con la quale volerete. Fate attenzione se il vostro volo prevede un cambio di aereo (e di linea aerea) presso uno scalo di transito. Ad esempio, se volate in Indonesia con la Garuda (compagnia aerea "surfer friendly"), dovreste fare uno scalo a Francoforte o a Londra, in quanto la Garuda non ha voli diretti sull'Italia. Per arrivare nei due suddetti scali europei, dovrete, per forza, volare con un'altra linea aerea (es. Lufthansa, linea aerea non "surfer friendly"), che potrebbe fare storie sul trasporto della vostra tavola da surf.


LE GARE DEL CIRCUITO ASP IN PROGRAMMA NEL 2002

classe

data

luogo e paese

evento montepremi ($)
WCT-Prime Mar 5-17 Gold Coast,Qld-Australia Quiksilver Pro 250000
WCT-Prime Mar 26-Apr 7 Bell's Beach,Victoria-Australia Rip Curl Pro 250000
WCT-Prime Mag 7-18 Teahupoo,Taiarapu-Tahiti Billabong Pro Teahupoo 250000
WCT-Prime Mag 26-Giu 7 Tavarua/Namotu-Fiji Quiksilver Pro 250000
WCT-Prime Lug 16-26 Jeffreys Bay-South Africa Billabong Pro 250000
WCT-Good(tent) Set 5-14 Trestles,California-USA

da annunciare

250000
WCT-Good Set 17-24 Figueira da Foz-Portugal Figueira Pro 250000
WCT-Good Set 26-Ott 8 South West Coast-France Quiksilver Pro 300000
WCT-Prime Ott 9-21 Mundaka, Euskadi-Spain Billabong Pro 250000
WCT-Good Ott 23-29 Saquarema-Brazil Saquarema Pro 250000
WCT-Prime Nov 22-Dic 4 Sunset Bch,Oahu-Hawaii Rip Curl Cup 250000
WCT-Prime(tent) Dic 5-18 Banzai Pipeline,Oahu-Hawaii XBOX Pipeline Masters 250000
 

ASP  tour 2001 classifica finale

No. surfer paese punti tour / carriera ($)
1 C.J Hobgood USA 3094 $95033/$237933
2 Mark Occhilupo Aus 2816 $81500/$681263
3 Cory Lopez USA 2780 $75800/$272035
4 Knox Taylor USA 2744 $41500/$396472
5 Jake Peterson Aus 2688 $59700/$379445
6 Kalani Robb Haw 2688 $32800/$367222
7 Peterson Rosa Bra 2566 $49500/$418372
8 Michael Lowe Aus 2520 $41200/$237595
9 Daniel Wills Aus 2512 $33400/$263760
10 Andy Irons Haw 2436 $60233/$261833

                                 martedì 24 luglio 2001In un anno ben 79 attacchi.

All' università del surf, in mezzo agli squali record di iscrizioni per sfidare le onde e i pescecani.
La Florida la scelgono due tipi di persone: i pensionati delle grandi città, che vi accorrono a resp irare aria buona sperando di morire il più tardi possibile, e quelli che invece con la morte ci fanno i giochi di prestigio. Per iscriversi alla fortunata University of Surf di Daytona Beach, Florida, l'unico requisito è appunto quello stampato su d i un grande cartello conficcato nella sabbia: "No fear". Nessuna paura, se succede di crepare era solo il destino.All'Università raccolgono tutti, senza farti troppe domande. Charley Baldwin, socio della scuola e proprietario di un surfing-shop del la zona, teorizza: "Il surf è uno stadio dello spirito. Se hai voglia, puoi cominciare anche a 60 anni". Sarà anche uno sport dell'anima, ma la fortuna di Daytona Beach e, soprattutto, della spiaggia di New Smyrne, è legata ad un fatto molto terreno : è il luogo al mondo dove si registra il più alto numero di attacchi di squali. Nella ristretta tribù planetaria dei surfisti, cavalcare onde da queste parti e tornare a riva tutti d' un pezzo, è motivo d' orgoglio. I galloni dell' anima, per così d ire. Per gli squali, che si muovono in branchi di cinque o sei, e che non superano mai i due metri di lunghezza, sembrerebbe invece una questione di stomaco. Secondo il rispettato International Shark Attack File (organismo che dal 1958 tiene conto di ogni singola aggressione) si sono registrati in Florida 34 attacchi negli ultimi otto mesi, sarebbero 79 nello scorso anno, di cui 12 nella Volusia County, l'area che appunto comprende New Smyrne. Tre i morti. Decine i feriti, a volte gravissimi. Steve Dowda, 25 anni, laureato surfista, ne parla come di qualcosa che non lo riguarda: "Gli attacchi sono talmente fulminei che, in ogni caso, c'è poco da fare. Allora perché rodersi l'anima e togliersi il gusto di una sana cavalcata sulle onde?" La pensava così Richard Lloyd, ventiduenne campioncino che lo scorso aprile ha preso l' onda all'altezza di Ponce de Leon Inlet, sacca di mare in zona New Smyrne, ghiottoneria dei surfisti. Il tempo esatto per accorgersi di qualcosa che gli afferrava la caviglia. È giunto all' ospedale con un tendine tranciato, in tempo per vedere un ragazzino, John Fazio jr., con la gamba mozzata tenuta in mano dal padre. Conseguenza di un bagno fatto sempre a Ponce de Leon. "Il guaio - racconta Mikey Woodfall, ex surfer professionista - è che qui d'estate si trovano le onde più belle d' America. Difficile scoraggiare un surfer di razza. E' gente che si crede immortale". Immortale non era il piccolo nuotatore che sparì tra i fiotti un giorno d' estate del ' 98: trovarono il corpo senza gambe, decapitato, poco più a sud. Fu l' inizio della tragica serie. Le spiegazioni sono  affidate a percezioni popolari: il capo della polizia locale, Joe Wooden, non vuol parlare di attacchi veri e propri. "La verità è che i turisti sono molto aumentati, c' è più gente che fa il bagno, tutto qui". Per questo motivo la balneazione non è vietata, a meno di chiari avvistamenti. 
George Burgess dell' International Shark Attack File non la fa così semplice: "Nel 1995 vennero rimosse le reti che stavano in prossimità della riva. Motivi ecologici. Questo ha dato via libera agli squali che, causa la sempre maggiore carenza di cibo in alto mare, vengono fino a riva, affamati. Un piede che si muove assomiglia ad un pesce. Gli squali non sono feroci, e non amano gli uomini che sono troppo ossuti. Però prima di accorgersene, li devono assaggiare". Vicino alla riva, inoltre, si trovano le cosiddette leatherback turtles, tartarughe dal guscio morbido e gustoso (p er i pescicani) come cioccolatini. A Daytona quest'anno si sono riversati oltre dieci milioni di turisti: è record. Tra di essi molti aspiranti campioni del surf che sui depliant leggono di brividi e divertimento. 


            mercoledì 4 aprile 2001. Mick l'acrobata, il surf ha un nuovo re
Il vincitore ha appena 19 anni. Ha partecipato con una «wild card»
L'australiano Fanning batte tutti a Bells Beach. Per i signori delle onde è come il torneo di Wimbledon 
BELLS BEACH - Ha paura dell’aereo e di volare. Ma non sulle onde: le creste sono il suo regno e nella «stanza verde», vale a dire il soprannome del tunnel d’acqua che pare inghiottire ogni surfista, c’è il suo salotto preferito. 
L'australiano Mick Fanning primo a Bells Beach, Queensland, Australia. Incidentalmente, è un posto vicinissimo alla località in cui il diciannovenne talento è nato, Coolangatta. Ma questa spiaggia, questo tratto di oceano che forma onde formidabili, è pure la Wimbledon dei surfisti. E Mick, lì ha vinto da outsider. Con una wild card , un invito degli organizzatori. Per pochissimo, infatti, non si era qualificato al circuito mondiale professionistico, il Wct: quarantaquattro posti in campo maschile, contesi sul filo dei centesimi di punto. Lui era il quarantacinquesimo.  Ma Fanning non poteva restare ai margini per una banale questione di cifre. Un potenziale campione non può essere frenato con gerarchie burocratiche o da caserma, semmai va seguito nei progressi. E Mick, che all’età di quindici anni aveva conquistato la Pro Junior, una manifestazione che nel surf  ha quasi il sapore della leggenda, all’inizio dell’anno si era presentato sbaragliando gli avversari in un confronto a quattro, a Duranbah, sulla Costa d’oro. Quindi, una decina di giorni fa, aveva trattato la graduatoria mondiale proprio come un’onda: l’aveva studiata, l’aveva risalita, ci era montato in groppa. Primo a Margaret River, nell’ultimo appuntamento delle World Qualifying Series.Diventato leader provvisorio della classifica dei più bravi, Fanning non poteva essere escluso dal «Rip Curl Pro», il classico appuntamento pasquale di Bells Beach che valeva come gara d’esordio del circuito 2001. «A me che sono il più giovane, hanno dato una possibilità di nuotare tra gli squali: l’ho afferrata», ha commentato Mick, incredulo di se stesso: non gli pareva vero di essere riuscito a battere, in finale, il connazionale Danny Wills. 
«Sono stati quaranta minuti tremendi, ci siamo sorpassati varie volte e Danny è davvero un avversario duro. Non riesco ancora a capacitarmi, anche perché vincere qui mi sembra molto strano. La prima sensazione che provo? Il desiderio di farmi una bella risata. Ma, ragazzi, è stato anche un bel sogno che è diventato realtà». 
Nella quarantennale storia delle gare a Bells Beach, che con Manly è la terra promessa del surfing professionistico grazie alla lunghezza delle onde e al detto che solo un matto o un grande appassionato si getta in quelle acque così fredde, Mick Fanning si è già ritagliato una posizione di favore. Capelli biondi, volto da bambinone che fa a pugni con il fisico roccioso, Mick ha l’aria umile e, sostengono, i modi un po’ maldestri. Ama la musica, in particolare quella del gruppo Massive Attack, e le cose semplici. Non c’è niente di meglio, per lui, che condividere prima le onde di Kirra, un altro paradiso della Costa d’oro, insieme all’amico e compagno di allenamenti Joel Parkinson, e poi la birra del pub più vicino. 

RIVINCITA A TAHITI - Non potrà più cullarsi su questo tran-tran. Lo «junior» Mick avrà la prima controprova tra un mese a Tahiti. Sempre nella posizione, per certi versi invidiabile, di campioncino invitato. Ma intanto la sua impresa ha già scritto una pagina storica, proprio come quella dell’aprile di vent’anni fa, quando una brezza calda formò onde spettacolari. Furono le più grandi che si ricordino a Bells Beach e le più impressionanti dopo quelle hawaiane e quelle di un paio di tratti della Bassa California. Quando il mare cresce così, i surfisti si pongono le stesse domande della voce fuoricampo nel film «Un mercoledì da leoni»: da dove viene il vento? E da chi sono formate le grandi onde? La risposta è, sempre, «dal respiro di Dio». Fu in quell’occasione che nacque il mito di Bells Beach e di Simon Anderson, il più bravo a domare le creste imbiancate. E da quel giorno, la competizione di Pasqua si chiama rally. Per dare l’idea del tormento, per richiamare le strade accidentate sulle quali si misurano le automobili. Mick, in fondo, è anche un po’ rallyista. «Mi piace imitare lo stile di Wayne Williams negli anni ’70. Tagliava molto le onde, cercava la via più breve. Aveva molto coraggio». A galoppare le onde e a rischiare di schiantarsi contro tonnellate d’acqua che si muovono a una velocità di decine e decine di chilometri orari, non si diventa miliardari. Il circuito Wct mette in palio in totale 250 mila dollari per otto prove. Fanning, per la vittoria di ieri ha ricevuto un assegno da 30 mila. Sono i primi proventi del sacrificio: prima era uno squattrinato e si era perfino fatto prestare del danaro per pagare alcuni debiti. «Adesso che comincio a guadagnare, prometto di fare le cose per bene: questi soldi non li spenderò, saranno il primo mattone della casa che intendo acquistare». Un tetto, un riposo, una sicurezza. Perché, in fondo, non si può soggiornare sempre nella «stanza verde», sfidando l’equilibrio e la forze della fisica. 
                                                                                                                       
Flavio Vanetti 


Conquistate le onde più grandi del mondo

Alte più di 30 metri e lunghe quasi un chilometro Quattro surfisti sono riusciti a «vincere» le montagne d’acqua di Cortes Bank, al largo della California.
NEW YORK - Oltrepassata una nuova frontiera nel surf: quattro professionisti californiani sono riusciti a conquistare le onde più alte del mondo, quelle di Cortes Bank, nell'Oceano Pacifico al largo della California. L'impresa non era mai stata prima d'ora tentata dall'uomo: «È stata come la prima scalata dell'Everest», ha detto Jamie Brisnick, direttore della rivista "Surfing" che con il sito Internet specializzato «Swell.com» ha organizzato la straordinaria avventura. Cortes Bank è un gigante addormentato: una montagna sottomarina che arriva a pochi metri dal pelo del Pacifico oltre 150 chilometri al largo di San Diego. In un punto chiamato Bishop Rock, qualche giorno fa quattro veterani della tavola guidati da Mike Parsons si sono trasformati negli eroi del «Progetto Nettuno», in lotta contro onde mostruose alte come un palazzo di sei piani e capaci di sprigionare l'energia necessaria a illuminare Manhattan. «Per noi era l'equivalente di andare sulla Luna», ha proclamato ad avventura finita Peter Mel, uno dei surfisti che con Parsons, Brad Gerlach e Ken «Skindog» Collins ha conquistato Cortes Bank.Per Mel, uno dei primi a battere altre celebri onde, quelle di Mavericks a Santa Cruz, l'impresa a Cortes Banks è stata resa ancor più eccezionale dall'isolamento del luogo, che aggiunge una dose extra di senso di azzardo: «Non c'è terra in vista. Non vedi altro che onde, e onde alte oltre trenta metri e lunghe quasi un chilometro, ma c'è un vantaggio, in mare aperto non puoi andarti a schiantare sulle rocce». Cortes Bank offre ai suoi violatori un handicap in più, una corrente violentissima, che oltre al pericolo intrinseco, rende difficile ai surfisti arrivare sulla cresta dell'onda: per questo i quattro di Progetto Nettuno sono arrivati in cima tirati da «wave-runner» a circa 70 chilometri all'ora. I puristi del surf vedono le moto d'acqua come il fumo negli occhi perché inquinano le coste ma i quattro eroi dell'estremo non avevano scelta: una volta in cima, con la velocità giusta, hanno mollato l'ormeggio e si sono lasciati andare.

                    fonte Corriere della sera

Le foto e i filmati dell’impresa


2001 WCT Men Seeds
1 Garcia,Sunny - Haw
2 Egan,Luke - Aus
3 Machado,Rob - USA
4 Dorian,Shane - Haw
5 Paterson,Jake - Aus
6 Burrow,Taj - Aus
7 Hobgood,C.J. - USA
8 Campbell,Michael - Aus
9 Robb,Kalani - Haw
10 Padaratz,Flavio - Brz
11 Lopez,Shea - USA
12 Herdy,Guilherme - Brz
13 Lowe,Michael - Aus
14 Lopez,Cory - USA
15 Webster,Nathan - Aus
16 Irons,Andy - Haw
17 Hitchings,Luke - Aus
18 Rosa,Peterson - Brz
19 Rocha,Renan - Brz
20 Occhilupo,Mark - Aus
21 Daltro,Armando - Brz
22 Lovett,Richard - Aus
23 Powell,Shane - Aus
24 Gouveia,Fabio - Brz
25 Hobgood,Damien - USA
26 Beschen,Shane - USA
27 Padaratz,Neco - Brz
28 Knox,Taylor - USA
29 Wills,Daniel - Aus
30 Bourgeois,Ben - USA
31 Emslie,Greg - SAfr
32 Sutton,Shawn - Haw
33 O'Connell,Pat - USA
34 Canning,Paul - SAfr
35 Winter,Russell - GB
36 Nunes,Marcelo - Brz
37 Parkinson,Joel - Aus
38 Davidson,Chris - Aus
39 Stocker,Sasha - Aus
40 Hedge,Nathan - Aus
41 Munro,Trent - Aus
42 Bannister,Mark - Aus
43 Moura,Paulo - Brz
44 Junior,Joca - Brz
45 Dornelles,Rodrigo - Brz

Pipeline

2001 WCT Women Seeds
1 Beachley,Layne Aus
2 Abubo,Megan Haw
3 Brooke,Serena Aus
4 Tavares,Maria Tita Brz
5 Redman,Melanie Aus
6 Clark,Heather Safr
7 Kennelly,Keala Haw
8 Ballard,Rochelle Haw
9 Skarrat,Kate Aus
10 Silva,Jaqueline Brz
11 MacKenzie,Lynette Aus
12 Falconer,Neridah Aus
13 Menczer,Pauline Aus
14 Webb,Kylie Aus
15 Pru Jeffries Aus

 ***********

IN
Nunes,Marcelo - Brz
Parkinson,Joel - Aus
Davidson,Chris - Aus
Stocker,Sasha - Aus
Hedge,Nathan - Aus
Munro,Trent - Aus
Bannister,Mark - Aus
Moura,Paulo - Brz
Junior,Joca - Brz
Dornelles,Rodrigo - Brz

OUT
Emerton,Beau - Aus
Curran,Tim - USA
Ribas,Victor - Brz
Prestage,Todd - Aus
Williams,Ross - Haw
Hayes,Conan - Haw
Sodre,Yuri - Brz
Ringrose,Glyndyn - Aus
Malloy,Keith - USA
Martin,Toby - Aus

ASP 2001 WCT Men's schedule

rating date site event prize
WCT-Prime Apr 10-22 Bell'sBeach,Victoria-Australia Rip Curl Pro 250000
WCT-Prime May 8-19 Teahupoo,Taiarapu-Tahiti Gotcha Pro Tahiti 250000
WCT-Good June 27-July 5 Barra da Tijuca,Rio-Brazil Rio Surf International 250000
WCT-Prime July 17-27 Jeffreys Bay-South Africa Billabong Pro 250000
WCT-Good Sept 10-15 Trestles,California-USA Billabong Pro 250000
WCT-Good Sept 17-25 Figueira da Foz-Portugal Figueira Pro 250000
WCT-Good Sept 27-Oct 9 South West Coast-France Quiksilver Pro 300000
WCT-Prime Oct 10-22 Mundaka-Euskadi-Spain Billabong Pro 250000
WCT-Prime Nov 26-Dec 7 Sunset Bch,Oahu-Hawaii Rip Curl Cup 250000

  ASP 2001 WCT Women's schedule

rating date site event prize
WCT-Prime Apr 28-May 5 Tavarua-Fiji Roxy Surf Jam 60000
WCT-Prime May 8-19 Teahupoo,Taiarapu-Tahiti Tahiti Pro 60000
WCT-Good Sept 17-25 Figueira da Foz-Portugal Figueira Pro 60000
WCT-Good Sept 27-Oct 9 South West Coast-France The Roxy Pro France 60000
WCT-Prime Nov/Dec Hawaii Billabong Girls 60000

    ASP 2001 Longboard WCT schedule

rating date site event prize
WLT June 27-Jly 1 San Sebastien-Spain O'Neill 35000
WLT July 4-8 Costa da Caparica-Portugal Portugal Pro 35000
WLT July 25-29 Saquarema-Brazil   35000
WLT Aug 9-18 Jeffreys Bay-South Africa Oxbow World Champs 80000

  ASP 2001 Longboard WQS schedule

rating date site event prize
Regional January 13th Makaha,Oahu-Hawaii Quiksilver Makahiki Longboard 3500
Regional Feb 13-18 Santa Cruz,California-USA Hula Dek Longboard Pro 2400
Regional July 14-22 Biarritz-France Biarritz Surf Festival 20000
Regional Aug 31-Sept 2 Sea Isle City, NJ-USA Gotcha/Dan Heritage Memorial 5000
Regional Oct 5-7 San Miguel-Mexico O'Neill/Tecate Mexican Surf Fiesta 4000

WCT 2001 CANCELLATA LA TAPPA DI G-LAND

La tappa del circuito WCT 2001 che avrebbe dovuto svolgersi nel periodo Maggio/Giugno a G-Land, il famoso spot situato sulla costa Est dell'isola di Java, Indonesia, ed unanimemente riconosciuto come uno dei migliori spot al mondo, e' stata cancellata dal calendario WCT 2001 a causa dei disordini sociali attualmente in atto nell'East Java, ed al fine di preservare l'incomita' degli atleti partecipanti; nonche' dei relativi staff e media.

Gia' nel 1998 si era verificata una situazione analoga, che aveva costretto Quiksilver, sponsor dell'evento allora come oggi, a cancellare la tappa del circuito mondiale a pochi giorni dal suo svolgimento. Successivamente la tappa era stata spostata negli spot di Tavarua e Namotu Island (Fiji) per gli anni 1999 e 2000.

Sembrava che il 2001 fosse maturo per riportare l'evento nella splendida cornice offerta da G-Land, tuttavia il rapido precipitare degli eventi ha costretto gli organizzatori ad annullare la gara ancora una volta.Tra il 1995 e il 1997 hanno preso luogo nello spot di G-Land tre importanti eventi che cambiarono in modo decisivo l'aspetto del surf professionistico, afferma Bruce Raymond, manager di Quiksilver International, "il surf in G-Land offre condizioni eccezionali, ma non possiamo mettere a rischio l'incolumita' delle persone". Purtroppo non e' stato possibile rimpiazzare la tappa con altre destinazioni surfistiche all'altezza, come Tavarua e Namotu Island (Fiji), a causa del tutto esaurito dei rispettivi camps.Quiksilver, vista la cancellazione dell'evento, ha cosi' annunciato l'incremento del montepremi della neonata tappa del Quiksilver Pro France WCT portandolo da 50,000 US$ a 300,000 US$ trasformando la tappa suddetta nell'evento piu' ricco mai visto nella storia del surf professionistico. Il Quiksilver Pro France sara' un evento mobile nella costa sud ovest della Francia, nel periodo 27 Settembre - 9 Ottobre 2001

 

©1998-2008 Sardegna surf service di Antonio  e Martino Casti. All other copyrights are the property of their respective holders